Tra memoria e futuro

1956
Nasce la Mangini per la commercializzazione di prodotti petroliferi.

 1984
Produzione di controsoffitti metallici in alluminio e acciaio.

1991
Produzione della prima parete mobile con struttura in acciaio zincato e pannelli in cartongesso (parete con marchio Rombika, antesignana dell’attuale Abako).

1993
Produzione della prima parete mobile con struttura in acciaio zincato e pannelli in acciaio plastificato e verniciato con il sistema di aggancio sulla struttura.
Il sistema Planika ottiene la certificazione REI 120 (unica nel settore) e di isolamento acustico 49 dB.

2000
Joint venture con la multinazionale francese Lafarge.
Produzione di strutture metalliche per pareti e controsoffitti in cartongesso.

2004
Produzione e commercializzazione di controtelai per porte scorrevoli a scomparsa con il marchio Krypto.

2011
Dalla Holding Mangini SpA nasce Mangini Srl, azienda del Gruppo specializzata nel settore delle pareti mobili.

2013
Mangini SpA cede l’intero pacchetto azionario della Mangini Srl a Massimo Mangini per il 62% e a Fabio Vinella per il 38% delle quote.
Costituzione joint venture con la società cinese Halumm per lo sviluppo dei prodotti Mangini nei mercati asiatici.
Nasce Mangini Engineering Srl per la realizzazione dei programmi di ricerca e sviluppo del Gruppo.
Dalla partnership commerciale con Acotec nasce Kybos Srl per lo sviluppo delle pareti per sale operatorie e camere bianche.

2014
Acquisizione della maggioranza della società brasiliana Interact, tra i principali produttori di pareti mobili in Brasile.

2015
Costituzione della joint venture con la società francese Qovans, terzo produttore in Francia di pareti mobili, finalizzata allo sviluppo internazionale del mercato francese e tedesco delle pareti mobili.