News

Decreto ArtBonus: incentivi fiscali per ristrutturare gli hotel e Piano della mobilità turistica.

25 luglio 2014

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto ArtBonus (DL 83/2014), per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo, messo a punto dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact). Il provvedimento prevede interventi per riqualificare l’offerta turistica, migliorare la fruibilità del patrimonio culturale, promuovere l’occupazione giovanile in ambito culturale.

Agli hotel e alle altre strutture turistiche è riconosciuto un credito d’imposta del 30% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 200.000 euro, per interventi di ristrutturazione edilizia e per l’eliminazione delle barriere architettoniche. L’agevolazione è riservata agli alberghi esistenti al 1° gennaio 2012 e sarà fruibile fino al 2016, in tre rate annuali. Sono stanziati 20 milioni di euro per l’anno 2015, e 50 milioni di euro per gli anni dal 2016 al 2019.

Entro novembre 2014 sarà adottato il Piano straordinario della mobilità turistica, finalizzato a favorire la fruibilità del patrimonio culturale, con particolare attenzione alle destinazioni minori e al Sud Italia.

Sono previste, inoltre, apposite conferenze di servizi, convocate dal Mibact, per accelerare il rilascio da parte delle amministrazioni dei permessi, nulla osta e autorizzazioni, al fine di promuovere la realizzazione di circuiti nazionali di eccellenza a sostegno dell’offerta turistica e del sistema Italia.

Per favorire la realizzazione di percorsi pedonali, ciclabili e mototuristici, le case cantoniere, i caselli e le stazioni ferroviarie o marittime, le fortificazioni, i fari e altri immobili pubblici non utilizzati o non utilizzabili a scopi istituzionali, possono essere concessi in uso gratuito per un massimo di 7 anni salvo rinnovo, a imprese, cooperative e associazioni, costituite in prevalenza da giovani fino a 35 anni, con oneri di manutenzione straordinaria a carico del concessionario.

Entro il 31 dicembre di ogni anno sarà adottato il Piano strategico “Grandi Progetti Beni culturali”, che individuerà beni o siti di eccezionale interesse che necessitano di interventi di tutela, riqualificazione, valorizzazione e promozione culturale, anche a fini turistici. A tal fine sono stanziati 5 milioni di euro per il 2014, 30 milioni di euro per il 2015 e 50 milioni di euro per il 2016. Dal 1° gennaio 2017, al Piano strategico “Grandi Progetti Beni culturali” è destinato il 50% delle risorse per le infrastrutture assegnate ai beni culturali.

« Back to articles